Pan dei Morti

Quando era piccola era tradizione trascorrere la festività di Ognissanti dalla mia nonna materna, ed era tradizione fermarsi sulla strada in una pasticceria del posto molto rinomata e accaparrarsi un vassoio di biscotti tipici dalle mie parti in questo periodo dell'anno: le ossa dei morti e il pan dei morti. Mentre tutti in famiglia prediligevano i primi, per me non c'era storia, adoravo i secondi per la loro consistenza umida, l'impasto ricco e l'aroma inconfondibile di cacao speziato..
Adesso, a distanza di anni, ho fatto un pò di ricerche per trovare una ricetta che riuscisse a portarmi indietro nel tempo e rifarmi  trovare tutto l'inconfondibile aroma di quell'impasto..
Ecco quindi la mia versione, un taglia e cuci di varie proposte viste sul web e non solo, il risultato direi che è più che soddisfacente, già solo il profumo dell'impasto crudo è riuscito a riportarmi indietro di un bel pò di anni..





INGREDIENTI per 14 biscotti

300 gr di Savoiardi
100 gr di amaretti
100 gr di biscotti secchi
200 gr di farina 00 Molino Chiavazza
50 gr di Fecola di patate
100 gr di farina di mandorle
300 gr di zucchero semolato
50 gr di cacao amaro
100 ml di Vin Santo
100 gr di uvetta
100 gr di fichi secchi
100 gr tra arancia e cedro canditi
50 gr di pinoli
1 cucchiaio di Miele di Castagno Rigoni di Asiago
220 gr circa di albumi (6 albumi)
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di noce moscata

PRECEDIMENTO:

Mettete l'uvetta ad ammollare in acqua tiepida.
Frullate tutti e tre i tipi di biscotti fino a ridurli in farina, non importa se non otterrete una polvere troppo fine, non è necessario.
Unite tutti gli ingredienti secchi in una ciotola bella capiente, l'uvetta sciacquata e ben strizzata, i fichi sminuzzati a coltello, i canditi e  i pinoli.
Adesso unite gli albumi, il vino e il miele e cominciate ad impastare fino a che non otterrete un impasto omogeneo.
A questo punto suddividetelo in 14-16 porzioni e formate i biscottoni che devono avere una forma allungata ma non troppo stretti.
Adagiateli su carta forno e cuocete in forno pre-riscaldato a 180°, occorreranno circa 25 minuti.
Appena estratti dal forno cospargeteli di abbonante zucchero a velo. Fate raffreddare e dimenticateveli in una scatola ermetica per un paio di giorni. Trascorso questo tempo potete gustarli..la consistenza deve essere morbida, non biscottata.

Con questa ricetta partecipo al contest "I Biscotti della Tradizione" della Molino Chiavazza



..Approfitto per ringraziarvi con tutto il cuore per i dolcissimi e sincerissimi commenti che mi avete lasciato  nel post precedente..vi ho sentito tutte molto vicine e per questo vi abbraccio forte!
Doris

Share:

8 commenti

  1. Ho letto in rete di questi biscotti ma non li ho mai assaggiati. Vederli in quella splendida foto mi ha messo una gran voglia di provarli!!! Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  2. buoni questi biscotti, complimenti.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  3. buoniiii, io ho sempre richiesto alla nonna i meini, e questi biscotti speziati li volevo fare il prossimo finesettimana, ora che apprezzo i sapori speziati...ma quanti ingredienti!!! bellissimi!!! buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Da me non c'è il pan dei morti! Sono proprio curiosa di provarlo!!!!! Ma invece le ossa dei morti come sono? Mi hai fatto incuriosire!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  5. Ciao piacere di conoscerti!!! ti ho trovato tra la lista delle vincitrici!!! Brava complimenti!!! ti seguo da oggi !!! se ti va vieni a trovarmi...buon lunedì!!!

    RispondiElimina